Colposcopia, vulvoscopia, anoscopia e peniscopia (episcopia)

La colposcopia è l'esame che studia i genitali femminili, a cominciare dal genitali esterni, vale a dire dalla vulva, ed allora si parla di vulvoscopia, proseguendo poi con lo studio della vagina, proseguendo poi fino al collo dell'utero, che rappresenta la principale del struttura anatomica per la quale è nata e si è sviluppata la colposcopia vera e propria.
Si esegue usando un apposito microscopio mobile, appoggiato su ruote che il ginecologo utilizza stando seduto e guardando il collo dell'utero dopo aver posizionato correttamente lo speculum, mentre la donna assistita si trova sdraiata nella consueta posizione ginecologica. Il colposcopio, tramite un sistema di lenti
e fibre ottiche consente un ingrandimento dell'area da analizzare da 2 a 60 volte superiore rispetto alle dimensioni reali.
I tessuti visualizzati sono poi sottoposti a uno speciale trattamento di colorazione che permette di analizzare le eventuali anomalie presenti. Questo trattamento si esegue con tre coloranti specifici, che, applicati in tempi successivi, costituiscono i tre tempi della colposcopia: la soluzione fisiologica per lavare il collo dell'utero e prepararlo alla prima parte dell'indagine, la soluzione a base di acido acetico (in percentuali limitate, dal 3 al 5%) che costituisce la seconda fase dell'analisi e, da ultimo la soluzione a base di iodio chiamata soluzione di Lugol. Queste tre sostanze permettono di evidenziare lesioni e anomalie dei genitali femminili la cui natura (patologica
e fisiologica, benigna o maligna) viene chiarita da una successiva biopsia. Concluso il test, si procede alla refertazione dell'esito tramite strumenti a immagini o sistemi con telecamere, od anche tramite un semplice ma efficacissimo disegno sul quale ginecologo annota le caratteristiche di maggior rilievo da egli individuate nel corso dell'esame.
Ritengo che un esame colposcopico debba essere normalmente effettuato, se non in occasione della normale routine ginecologica, oltre che per ragioni tecniche anche per ragioni di tempi di costi, sicuramente in tutti i controlli ginecologici nei quali è richiesta la massima sicurezza d'analisi per la sua efficacia, la sua sensibilita' e la sua relativa semplicita' di esecuzione.

Immagini

Video

Terapia della condilomatosi genitale

Dott. Fabio Muggia
Ambulatorio Ginecologico
presso ”Centro di Medicina” (www.centrodimedicina.com)
Viale della Repubblica 10/b 31050 Villorba (TV) - Italia
P.I.: 04283160267 

Dr. Fabio Muggia per offrirti una migliore esperienza su questo sito utilizza cookie di sessione e di terze parti. La prosecuzione della navigazione mediante consenso (pressione su OK) o scroll di pagina comporta l'accettazione all'uso dei cookie. Procedendo con la navigazione autorizzi la scrittura di tali cookie sul tuo dispositivo. Se ritieni di non prestare il consenso, ti preghiamo di chiudere questo tab del browser. Per maggior informazioni è a tua disposizione l’informativa completa Cookie